I due lati della medaglia

Questa settimana avrei avuto tante di quelle cose da scrivere, ma ogni giorno aprivo wordpress, cliccavo su “Nuovo Articolo”, scrivevo la prima frase e poi salvavo in Bozza. Avrei semplicemente voluto scrivere di più su questo blog, avrei voluto che fosse il mio compagno di viaggio dall’inizio alla fine e invece ci sono solo una ventina di articoli o poco di più. Ci sono solo ricordi sparsi, senza un filo logico e senza emozioni. Volevo che questo blog fosse la guida per tutti i prossimi exchange e che fosse qualcosa di importante per me, ma è andata a finire diversamente. Fatto sta che dovrei parlare di questa settimana, di quando sono andata a Tahuna alla fiera di paese e ho dipinto la mia GIRAFFA ed ho assistito alla premiazione per la lattuga più bella (se ci penso scoppio ancora a ridere LOL ma questa è la Nuova Zelanda!), oppure potrei raccontare del mio martedì pomeriggio a base di TITANIC con Bradley (Avviso Importante: affittare film il martedì in NZ costa solo 1$) o della giornata a Tauranga (che poi era Mt Manganui) dove finalmente ho incontrato Michi, o ancora quando quella pazza di Leticia è venuta a bussare a casa mia  (notare–>io ero in pigiama davanti al computer) dicendomi che mi era passata a trovare perché le mancavo e che avremmo passato la giornata insime, il tutto senza avvisarmi sostenendo che tanto non conrollo mai il mio cellulare (e ha anche ragione lol), e ovviamente ci sono anche state le mie due lezioni di tennis con Katie che dice ogni due per tre: “Good shoot/ serve”, anche se le è bravissima e io a mala pena colpisco la palla. Fatto sta che avrei avuto mille cosa da dire ma non ho mai trovato la volgia e invece ora alle 11 di sera non vedevo l’ora di scrivere su questo blog dimenticato da tutti.

Ma dopo questa lunghissima introduzione, arriviamo al punto! E il punto di oggi è principlamente che ci sono sempre “i due lati della medaglia” e ovviamente il fato che sto per partire (lo so manca circa un mese, ma per me lasciare Morrinsville significa partire, e ciò accadrà tra un settimana) ha i suoi due lati, che non sono neanche così difficili da individuare. Da una parte c’è l’Italia e le persone come la mia sposa o la stordita, che mi scrivono in bacheca esaltate perchè manca meno di un mese, che ogni giorno mi ripetono quanto gli manco e che rivedrò il 24 pomeriggio. E dall’altra c’è la Nuova Zelanda e ci sono persone come Miriam che mi corrono in contro abbracciandomi e dicendomi: “Non partire, un posto dove nasconderti lo troviamo!”. Ma io, in tutto questo, dove mi colloco? E poiché scegliere non è mai stato il mio forte, ho decretato che il mio posto è né da una parte né dall’altra, ma semplicemente su quel bordo, quella fascia sottile che separa un lato dall’altro. Ho psicologicamente bisogno di un gelato di Grom in piazza S.Carlo, ma allo stesso identico tempo ho bisogno di andare allo Youth Group tutti i venerdì sera.

E infatti oggi è venerdì, e infatti sono tornata dal mio gruppo di parrocchia e mi sono ritrovata a scrivere tutto questo. E’ stata l’ultima volta, l’ultima volta in tutta la mia vita che parecipavo allo Youth Group di Morrinsville ed è stato anche più triste del mio ultimo giorno di scuola. Non starò qui a raccontarvi ne dettaglio cosa abbiamo fatto, come abbiamo cercato di  conquistare più chicchi di grano possibile, di come tutti dicevano “woooooow” quanto toccavano la tasca di Lockie, di come il nostro gruppo (ovvamente io l’unica ragazza xD) ha cercato di vincere e ha incitato Lockie sul palco, a come ogni lostro “Lockie!” Andrew ci aggiungeva: “Is Gay!”, o di come il tipo australiano (avessi capito il nome, sono tre mesi che me lo ripete LOL) faceva la ragazza PonPon e Danny che dice: “hai fatto la C uguale alla K”. Per non parlare dello Small Group in cui abbiamo mangiato, parlato e una delle nostri “animatrici” ci ha regalato un segnalibro con un angelo fatto da lei, e poi c’è stata la foto di gruppo, noi fantastiche ragazze! :D) e alla fine Jarrod ha fatto il discorso su di me: su come le è piaciuto avermi con loro in questi mesi, augurandomi tutto il bene del mondo e  di divertirmi con i miei durante il nostro Tour e poi ovviamenente che mancherò il prossimo anno. Ed ecco perché sta sera sono così in vena di parlare di qui e della mia partenza, perché pian piano si stanno avvicinando “Gli ultimi” e non ho la più pallida idea di come sentirmi.

Molto pobabilmente questo intervento non avrà senso per molti di voi (tranquilli arrivata a questo punto rileggo tutto xD) eforse molti non sono arrivati fino alla fine, fatto sta che vi saluto, miei pochi e cari lettori, perchè da questa parte del mondo è quasi mezza notte e mezza e domani ho in programma una giornatona con la mia hostmum, Angela e Jilian e mi devo svegliare alle 8.00.

PS: Il blog ha supeato le 1.000 visite! Urrààààààààààà ;P

PPS: La prossima settimana vado allo SportCamp: I cant wait!!!

PPPS: Ho fatto un sogno assurdo (che nn ha niente a che fare con la Nuova Zelanda) ma mi tormenta xD

PPPPS: Credo di aver finito con le informazioni inutili (anch se ci stavo prendendo gusto!)

PPPPPS: Dimenticavo: oggi ho venduto la divisa, un po’ mi dispiace 😦

Ovviamente nessun intervento sul PASSATO oggi ho già scritto anche troppo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: