Posts tagged family

No TITLE (semplicemente senza ispirazione LOL)

P R E S E N T E

Dopo gli ultimi due post “particolari” torno al mio solito stile, e cioe`? Cioe` vi racconto che e` successo oggi, anche se in verita` avrei un sacco di cose da dire! Mi ricordo quando stavo per partire cinque mesi fa e come le mie giornate erano impegnatissime: le ultime uscite con gli amici, la ricerca dei regali per la famiglia, le corse per Torino per sistemare le ultime cose, gli ultimi documenti, l’ansia della valigia, ovviamente tutto coronato da quel caldo assurdo di meta` estate. Ecco, adesso e` esattamente uguale, con una sola differenza: che a Luglio sapevo che dopo sei mesi avrei rivisto tutti e ripreso la mia vita, mentre ora non c’e` nessuna certezza. So per certo che tornero` a Morrinsville, prima a poi, ma so che anche se tornero`  non saro` piu` la figlia piu` piccola di Sandra e Jim, che non attraversero` piu` la Hall del Morrinsville Collerge con la mia uniforme Gialla e Blu di seconda mano, che non partecierero` a nessuna serata dello Youth Group o lezione di Tennis al Recreration Ground. Tutto questo mi mette una tristezza infinta. Ed Ecco che di nuovo non vi ho raccontato un bel niente ma ho semplicemente vaneggiato. 

Allora, torniamo a noi e ad oggi: 27 Novembre (Come e` possibile che sia gia` il 27 Novembre!?!?!). Per la serie degli “Ultimi”: oggi c’e` stato il mio ultimo Market, quelli dove ho trascorso Sabati e Domeniche mattine seduta per terra e chiaccheranno con Sandra e Angela. Mi manchera` quel banchetto di Angela che gira per Morrinsville e dintorni con le sue collane, braccialetti, spille, orecchini e anelli fatti di perline. Infatti dovete sapere che con l’arrivo della bella stagione c’e` un mercato (suona cosi’ strano dire “Mercato” lol) dietro ogni angolo. Ma qui mercato significa principalmente “Fiera di Paese”. Mi spiego meglio: in poche parole ci sono banchetti di cose fatte a mano, di prodotti tipici e di cavolate e poi ovviamente gli stand delle scuole che vendono Torte o Salciccie e poi la classica Roulote (che mi ricorda tanto *nome di film che ora mi sfugge*LOL) che vende patatine fritte, hot dogs e bibite. Oggi ce n’e` stato uno grande proprio a 10 minuti di morrinsville e ho trovato qualcosa di interessante, esempio–> un calendario della NuovaZelanda a $2. Comunque io e la mia hostmum abbiamo lasciato il market abbastanza presto (intorno a mezzo giorno) perche` avevamo un appuntamento al ristorante di Morrinsville con tutta la famiglia, perche` questo week-end sono arrivati da Wellington i genitori e i fratelli di Kate (ieri sera c’e` stata una sua mostra ad Hmilton, ma non sono andata per ovvi motivi. Infondo non mi sta neanche troppo simpatica, lol). Fatto sta che ho preso una Coca e un bel piatto di CurlyFries (che sono proprio buone!) e siamo stati a pranzo tutti insieme fino alle tre: e` stata la prima volta che un pranzo e` durato cosi` tanto!! Poi di nuovo tutti a casa e mi sono dedicata al mio Album, e sono felicissima perche` ho solo piu` 15 pagine (se qualcuno non lo sapesse, sto facendo un album stupendo su tutta la mia esperienza in NuovaZelanda ed ha 48 pagine = quasi 200 foto!). Poiche` abbiamo fatto un “Grande Pranzo” non si fa cena, ma io il grande pranzo non l’ho fatto perche` nn c’era niente che mi ispirava (quindi solo le patatine xD) e mi sa che adesso (quando ho finito di scrivere) mi andro` a preparare qualcosa.

P A S S A T O [penso fosse il 17]

E oggi mi dedico anche al mio passato. Che mi sembra “troppo passato”. Cerco di spiegarvi meglio: da una parte mi sembra che ieri fosse l’11 Luglio e che mi trovavo a Malpensa, ma poi dopo quel giorno tutto sembra cosi’ lontano! Come se fosse cosi` normale, come se fosse una vita che vivo qui e come se il 17 settembre fosse solo una giornata tra le tante. Ok, non ci avrete capito niente, ma non importa LOL. Fatto sta che il 17 Settembre era un venerdi’ (Venerdi` 17! Ed ad Agosto c’era stato Venerdi` 13 xD) e che c’era ancora Chiara (mi sembra passata una vita da quando se n’e` andata) ma soprattutto era vacanza! Quindi Chiara ed io abbiamo programmato quella giornata perfetta 😀 Abbiamo preso il pullman per Hamilton delle 10 (ormai e` una cosa normale, ma allora era “la prima volta”) e arrivate a Ham abbiamo preso quello per Chartwell. Avevamo tutto precisamente programmato: nn avevamo fatto colazione per poterla fare a Chart con quel mega frullatone di Wandy (molto meglio il MIO ala banana ;P) e poi abbiamo fatto il giro di tutti i 2$ shop alla ricerca di Souvenir per l’Italia..e ora non crediate che vi diro` cosa ho preso 😛 Poi siamo tornate in Town per fare pranzo dall’Indiano (anche questo era programmato!) che e` veramente buono e chiara ha provato la beef piccante e quando ha messo in bocca il primo boccone la scena e` stata piu` o meno: “Oh, it’s not so Ho..ooooooooooooooooot!”, la mia reazione e` piu` che ovvia LOL. Poi abbiamo fatto un po’ di shopping per noi (e fare shopping con Chiara e` stupendo… Milano a Gennaio non me lo toglie nessuno!!) e abbiamo trovato la maglia che volevamo tanto (quella lunga con le tasche) peccato che nel colore che voelvo io c’era solo piu` XS, ma l’ho presa lo stesso (costava tipo 5 euro) e poi, dopo un frappuccino da Starbucks (anche questo programmatissimo!!), abbiamo iniziato la ricerca per la minigonna che Chiara tanto voleva, ma tutto a vuoto! Alle 4, siamo di nuovo a Morrinsville e decidiamo di continuare la ricera della minigonna, al primo negozio che entriamo (A morrinsvilleeee!!) la troviamo, noi contentissime cominciamo a scegliere quale provare, ma in quel momento entra Michaela dicendo: “Oh, U r here!! Come Lynnly is waiting for u!” e ci trascina fuori .-. In poche parole niente minigonna.

Ah, un’altra cosa da ricordare di questa giornata e` lo scambio di battutte tra me e Chiara quando torniamo a casa sua. Io volevo le sue foto e avevo deciso di metterle sulla mia memoria della macchinafoto, cosi’ ero seduta in camera di Chiara con il suo computer in mano e chiara mi fa: <<Ti lascio la mia “camera”?>> intendento la macchinafoto e io tutta convita le rispondo: <<Perche`, tu dove vai?>>. E dopo questa perla di saggezza, vi saluto, miei quesi inesistenti lettori 😀

Comments (4) »

I <3 My Family

Non cambierei famiglia per nulla al mondo, e questa e’ una decisione irriversibile. Sono stata fortuna tutto qui: ho una sorella praticamente perfetta che cerco di assecondare in tutte le sue pazzie. Anche se mi ritrovo a fare cose come: cucinare, mettermi vestiti e scarpe coi tacchi, sorridere nelle foto e ballare. Lo so, non ci credo neanch’io!! Ma ieri infondo ci siamo divertite parecchio. Tutto e’ iniziato verso le cinque quando, come d’abitudine, abbiamo iniziato a cucinare e il piatto del giorno era: spaghetti con il Ragu’. Cos’altro potevo fare se non chiedere di dare una mano? Cosi’ ci siamo messe io e Emma ai fornelli, abbiamo preparato il ragu’ e quando era pronto abbiamo messo su l’acqua della pasta, ma e’ a questo punto che sono arrivati i primi problemi: l’unica pentola grande l’avevamo usata per il ragu’ cosi’ ci siamo ritrovate a cuocere gli Spaghetti in un pentolino minuscolo e nel giro di pochi minuti abbiamo cominciato a sentire puzza di bruciato: era finita l’acqua!! Non ci posso ancora credere: siamo riuscite a bruciare la pasta! xD Cosi’ l’abbiamo scolata in fretta, cercando di salvare il salvabile [e avendone fatta un kilo ce n’era parecchia ancora mangiabile] ma il peggio e’ stato che gli Spaghetti bruciati si erano attaccati al fondo della pentola e non si staccavano piu’, ovviamente abbiamo riso per ore. Nonostante tutto riusciamo a mangiare [e devo ammettere che era proprio buona] e dopo cena a Emma viene una brillante idea: facciamo la ZUMBA! Io non sapevo enanche cosa fosse, cosi’ ho accettato: poteva benissimo essere un gioco di societa’ o qualcosa di simile. Invece no! E una di quelle cose che ero convinta esistessero solo nei film [ma infondo sto cominciando a scoprire che un sacco di cose esistono sul serio, come gli Opossum xD], comunque avete presente quei programmi televisivi in cui ci sono uomini e donne palestrate che ti parlano e ti insegnano passi di danza? Questa e’ la Zumba. Ma quando l’ho scoperto non potevo piu’ tirarmi indietro, cosi’ mi sono ritrovata a ballare Salsa, Merenghe e Regeton davanti a un televisore. Con Joanna che ci faceva un servizio fotografico. E da li’ sono partite anche le foto, e abbiamo cominciato a provare vestiti e scarpe col tacco. E siamo andate avanti cosi’ per ore. Non abbiamo fatto niente di che ovvio, ma e’ stata una gran serata. Senza Dubbio.

Leave a comment »

WorkDay!!

Ed e’ cosi’ che al Morrinsville College c’e’ questa tradizione assurda: il WorkDay. In poche parole il Primo Maggio al contrario. Tutti devono lavorare, anche gli studenti. In realta’ bisognerebbe trovarsi un lavoro per un giorno ma poi finisce per essere un giorno in cui si sta a casa e i tuoi genitori ti danno da fare qualcosa: pulire il bagno, passare l’aspirapolvere o togliere l’erbaccia dal giardino e poi ti mandano a scuola con 25 dollari. E cosi’ questo lunedi’ [9 Agosto] sono stata a casa a eseguire i lavori per ‘Mamma e Papa’” [ma visto che ho scoperto che qualcuno a cui da’ fastidio legge il blog possiamo anche chiamarli: Sandra e Jim]. In poche ore avevo gia’ finito tutto, ma vi assicuro che pulire la casa degli Sturkenboom e’ stato un lavoraccio! Io in confronto a loro sono ordinata!! Infatti comincio a pensare che mi abbiano scelto anche per questo: gli ho scritto ovunque che il mio unico difetto e’ che sono disordinata, ma loro avranno pensato: non e’ un difetto! xD

Comments (2) »

CandylandeMiniGolf&Zoo

H 9.15 partenza da Morrinsville. Io e mia sorella: lei ha solo 18 anni, un anno piu’ di me. Non potrebbe portarmi in macchina per le regole della ARK. Ma oggi non importa. Oggi e’ la nostra giornata.

H 10.00 Candylande. Arriviamo a una specie di Fabbrica Di Cioccoloato dove ci accoglie una Willy Wonka [che non assomiglia neanche lontanamente a Johnny Depp] vestito da re e ci mostra la sua fabbrica, una tacoletta di cioccolato da un kilo e mezzo e come fare i lecca-lecca [quelli rotondi, tutti colorati che si vedono nei film e nei parchi divertimento] e poi ce ne fa fare uno!! Cosi’ arrotoliamo una melma verde [tanto qui e’ tutto di questo colore] intorno ad uno stick. Il mio doveva essere un cuore, ma in verita’ non e’ venuto e quindi ora mi ritrovo con una cpsa informe attaccata ad un bastoncino di legno xD.

H 12.00 MiniGolf. Bisogna ammettere che il MiniGolf non ricorda neanche lontanamente il MiniGolf di Luserna S.Giovanni! E’ una cosa enormeee: 18 buche, stgnetti, ruscelli e circondato da prati di cui non puo ivedere la fine. E stato veramente divertente, ma dopo aver imbucato una pallina con 19 colpi ho spuntato anche “GOLF’ tra gli sport che non so fare!!

H 13.30 Lunch. Sano passo NeoZelandese, tanto per cambiare: Hamburger e Patatine!! Ah, ho notato una cosa: qui mangiare costa pochissimo e gelati sono l’unica cosa che costa uno sproposito!

H 14.30 Zoo. Ultima tappa. In verita’ non mi sono mai piaciuti troppo gli Zoo, ma qui di spazio gli animali ne hanno parecchio [avendo tanto di quello spazio la NuovaZelanda]. E cosi’ abbiamo camminato su e giu’ per colllinette e sentieri per due ore!! Ognuna di noi doveva trovare il suo animale preferito, e io, fin da subito, ho pensato alla tigre [ovvio!]. Ma poi e’ successa una cosa strana: di tigri non ne abbiamo viste, ma ci sono state le giraffe! Quell’animale che non avevo mai preso in considerazione, ma che e’ stato il protagonista della favola della BuonaNotte che la WEP ci ha raccontato la sera del 18 Aprile a Verona. E che ormai e’ diventato la mascotte di tutta l’esperienza: “Devi essere una giraffa” e’ giusto ripetersi ogni tanto! E cosi’ ho visto le giraffe e gli ho dato da mangiare una carota, e la giornata non poteva concludersi meglio! 😀

Comments (1) »

MyFamily =D

Dove si trova la bellezza? Nelle grandi cose che, come le altre, sono destinate a morire, oppure nelle piccole cose che, senza alcuna pretesa, sanno incastonare nell’attimo una gemma di infinito? (L’eleganza del riccio)

 E’ vero, forse non sono finita sul mare, o in una grande città, ma ho decisamente una famiglia fantastica. Dopo neanche dieci minuti che avevo messo piedi in casa avevo già sotto gli occhi duecento dépliant e cartine della zona, tutti posti dove mi volevano portare. Così ho cominciato a pensare [stile Genitori In Trappola] “La Mia Mamma E’ Da Urlo!”, per non parlare della sorella. Quindi è tutto perfetto, se capissi bene cosa dicono -.-”. Questo non è l’inglese dei polacchi o di chiunque altro abbia studiato inglese, questo è l’inglese vero: e non è così semplice. Però venerdì sera siamo andati a pattinare [stile discoteca anni settanta, con la palla colorata e tutto il resto] e ho conosciuto un po’ di ragazzi che verranno a scuola con me, e si vede, senza dubbio, che fanno di tutto per farsi capire. Quindi credo che da domani, quando inizierà la scuola, sarà tutto più semplice. Un altro piccolo difetto è l’alimentazione: questi non sanno mangiare!! Il primo giorno mi hanno trattato bene: siamo andati a mangiare sushi, il problema è che non so usare le bacchette, così sono anche riuscita a far cadere per terra metà del mio pranzo xD. E poi è iniziato il degrado: cena con toast di formaggio una sera e con uova l’altra, e il pranzo? Qui non lo fanno, così mi sono ritrovata a mangiare patatine davanti a “PS: I Love You”. Se continuano di questo passo mi sa che prenderò anch’io i famosi nove chili.

Comments (4) »