Posts tagged Sport

Tennis & Shopping

P R E S E N T E

Con la fine della scuola e  l’arrivo del sole, a Morrinsville e’ iniziata la stagione del Tennis. I neozelandesi sono fatti cosi’: se c’e’ uno sport che possono fare loro lo fanno ed e’ cosi’ che tutti, chi piu’ e chi meno, giocano a tennis. Quindi come non cogliere quest’occasione per inizare un nuovo sport per cui sono asolutamente non portata? Le mie esperienze con i tennis sono poche e senza dubbio non suscitano bei ricordi: ho fatto un corso all’eta’ di 10 anni (credo) con il Miniclub del costaserena e poi ho passato qualche estate a giocarci con il verdestate, ovviamente senza mai prendere una palla, fatto sta che non l’ho mai visto di buon occhio. E adesso? Adesso sono in Nuova Zelanda e tutto cambia. Cosi’ Leticia ed io ci siamo iscritte ad un corso di otto settimane (il problema e’ che saro’ qui solo per 5, sed), due volte a settimana: il lunedi’ la pratica e il venerdi’ si gioca. Quasi non ci credo ma e’ STRADIVERTENTE. Il nostro gruppo e’ un gruppo piccolo, di ragazze, e ovviamente di principianti e non interessa assolutamente a nessuno se non prendi una palla o la mandi dalla parte opposta del campo (cosa che mi succede sempre). Qui lo sport e’ preso come un gioco, non c’e’ tutta quella competivita’ che c’e’ da noi, ed e’ divertente anche per una come me!

P A S S A T O  [28 Agosto]

Mi viene quasi difficile ricordare passo per passo questa giorrata, talmente tante cose abbiamo fatto. Siamo partite il mattino presto per Hamilton: Chiara, Michaela ed io e siamo tornate a casa alle otto di sera! Quindi, non mi dilunghero’, ecco qui un elenco di cosa e’ stato quel sabato perfetto:

  • Passare la mattina al FAN ZONE (dove vuole tanto andare mia sorella xD) a giocare a videogiochi e fax simili.
  • Provare il gioco del ballo (che sa tanto di telefilm americano) e guardarci (io e chiara, ovvio) con aria perplessa quando le freccie erano tre in contemporanea, e capire solo dopo che dovevamo mettere una mano.
  • Andare alla WAREHOUSE perche’ tutti gli altri negozi erano ancora chiusi.
  • Provare tutti i giochi per bambini: trecicli, skateboard, costumi di carnevale ect..
  • Andare tutta convinta sullo skateboard e dire: “I’m a geniusssss” e a quel punto cadere.
  • Fare pranzo da SUBWAY con il panino al tonno!
  • Andare al cinema a vedere STUP UP 3 (sopra c’e’ il trailer) e capire tutto, ma proprio tutto: sara’ forse perche’ parlano poco e ballano molto?
  • Aspettare il Pullman per mezz’ora (perche’ e’ cosi’ che funziona qui).
  • Visitare tutti gli HAMILTON GARDENS sotto la pioggia cercando di farci foto con l’autoscatto.
  • Perderci agli HG e finire in un CIMITERO (di cui nessuno sapeva l’esistenza).
  • Essere venute a prendere perche’ ormai disperete e poi tornare a casa 😀

Leave a comment »

Ufficialmente in V A C A N Z A

 

P R E S E N T E

Da quattro giorni sono ufficialmente, totalmente e assolutamente in vacanza. Il sole splende sulla Nuova Zelanda e mi godo cosi’ le meritate vacanze che mi sono persa in Italia. Devo ammetterlo pero’: non mi e’ mai dispiaciuto cosi’ tanto che la scuola finisse. Sul serio, io sono una da countdown dei giorni scolastici e che quando l’ultima campanella suona tira un respiro di sollievo. Quando l’ultima campanella del venerdi’ pomeriggio e’ suonata al Morrinsville College non e’ successo: ero soltanto, semplicemente dispiaciuta. Ma penso che lo scrivero’ un’ altra volta l’intervento sull’ultimo giorno di scuola, ora mi dedico ai miei primi giorni di vacanza: Lunedi’&Martedi’ xD. Devo ammettere che essere in vacanza e passare le proprie giornate a crogiolarsi nell’ozio e’ quasi noioso! Perche’ qui funziona cosi’: finita la scuola si ha una settimana dedicata allo studio e poi tutti i neozelandesi (di ogni eta’) iniziano gli esami di fine anno, ma io (non so se fortunatamente o no) non li devo fare. Fatto sta che ora sono tutti a casa a studiare e io mi ritrovo sola soletta a far scorrere le mie giornate, con solo qualche scappatina in Palestra, DownTown o a giocare a Tennis (il mio prossimo intervento sara’ dedicato proprio a quello!). In realta’ sta mattina ho ricevuto un mesaggio da Brad, che mi diceva di aver avuto una brillante idea per farmi passare questa settimana, gli ho cheisto cosa ma nn mi ha ancora risposto. Anche se posso suppore qualcosa: tipo che vuole una mano a preparare l’esame di fisica o matematica (sti neozelandesi non sono proprio capaci xD). Ah, e poi ovviamente (per la gioia di Mamma) ho iniziato a studiare storia e filo: Macchiavelli e La Rivoluzione Americana (mi e` tornato in mente il futuro lavoro di otta xD) sono andatiii! Ma e’ quella francese che mi spaventa, sono troppe pagine, e io non sono piu’ abituata a studiare! Mi sto ancora chiedendo: Ma chi me lo fa fare di tornare in Italia?

P A S S A T O [25 Agosto]

Happy B-day Chrissss 😀

E’ stato il 25 Agosto, piu’ di due mesi fa, ma in fondo me lo ricordo ancora bene. Avevamo solo tre ore a scuola (a causa di un qualche sciopero di insegnanti) ed era un Mercoledi’, ma soprattutto era il complanno di Chris: della mia giraffa preferita! La sua hostmum le aveva chiesto cosa voleva fare per il suo compleanno e lei da “tipica ragazza” aveva risposto: “SHOPPING“. Cosi’ quel mercoledi’ mattina lei, Lisa (la sorella tedesca) e la hostmum sono partite dalla tranquilla Waihi Beach per venire a Hamilton a fare shopping. Quindi che altro poteva fare la mia compagna di imporoponibili avventure se non chiamarmi?  Cosi’ dopo aver ben esposto la situazione a Sandra sono riuscita ad evitarmi anche quei tre periodi che avevo, per andare a Hamilton con Chris e Lisa!! La prima tappa e’ stata THE BASE (tanto per cambiare) dove abbiamo passato la mattinata, arrivata l’ora di pranzo ci siamo dirette al LAGO di HAMILTON e abbiamo mangiato un panino sedute all’aria aperta di fronte al lago (anche se sinceramente faceva un freddo assurdo, il nostro Agosto e’ tutta un’altra storia LOL) e per finire siamo state in TOWN, dove non poteva mancare un frappuccino al cioccolato di Starbucks (e il camerirere si ricordava il mio nome!) e dove abbiamo incontrato TopoGigio (che ridere! Con Lisa che non capiva assolutamente niente e il lunghissimo messaggio a Matt, di cui la risposta e’ stata “hahahah :)” ). Devo ammettere che e’ stata una grand bella giornata, particolare senza dubbio e che pero’ Christina ha ragione: la sua hostmum e’ assolutamente insopportabile (lunga vita a Sandra&Jim!!).

Leave a comment »

Impossible Is Nothing (!)

SOFIA D’ANGELO che segna un punto durante una partita di pallavolo [giocata di sua spontanea volonta’] con un gruppo di parrocchiani: IMPOSSIBILE. Non in NuovaZelanda.
 
Sembra impossible, ma questa frase rassume il mio Venerdi’ sera. Una serata diversa, divertente…semplice. Un centinaio di ragazzi provenienti da tre diversi gruppi battisti riuniti in un enorme palestra, qualche attivita’ organizzata e un sacco di dolci. Tutto qui. Era la serata degli sport sociali. La mia idea era quella di andare, sedermi e fare un sacco di foto. Ma alla fine che e’ successo? La macchina e’ rimasta tutta la serata nella borsa, e io ho giocato!! Ci hanno diviso in squadre, dotato di distintivi e dato la tabella di marcia: Volano, Calcio, Ping Pong, Basket e di nuovo Volano. Devo ammettere che tutte le ore passate a Bagnolo a giocare a Volano sono servite, senza dubbio era lo sport in cui me la cavavo meglio xD. Poi e’ arrivata l’ora della “Supper” [che e’ una cosa diversa dal “Dinner”, che pero’ chiamano tutti piu’ comunamente “Tee”] e, ovviamente, c’erano dolci e patatine ovunque! Saro’ ingrassata di un paio di Kili solo quella sera! Finita la Supper si e’ tornati a giocare, ma questa volta nessuna attivita’ organizzata: si poteva scegliere cosa fare. E io cosa ho scelto? Di giocare a pallavolo!! L’alternativa era il Basket oppure il dolce far nulla, e visto che la mia altezza non e’ troppo favorevole alla prima opzione e che devo essere una giraffa e quindi anche la seconda doveva essere scartata, ho scelto la pallavolo. Infondo: “Impossible Is Nothing!”.

 

Leave a comment »

I <3 My Family

Non cambierei famiglia per nulla al mondo, e questa e’ una decisione irriversibile. Sono stata fortuna tutto qui: ho una sorella praticamente perfetta che cerco di assecondare in tutte le sue pazzie. Anche se mi ritrovo a fare cose come: cucinare, mettermi vestiti e scarpe coi tacchi, sorridere nelle foto e ballare. Lo so, non ci credo neanch’io!! Ma ieri infondo ci siamo divertite parecchio. Tutto e’ iniziato verso le cinque quando, come d’abitudine, abbiamo iniziato a cucinare e il piatto del giorno era: spaghetti con il Ragu’. Cos’altro potevo fare se non chiedere di dare una mano? Cosi’ ci siamo messe io e Emma ai fornelli, abbiamo preparato il ragu’ e quando era pronto abbiamo messo su l’acqua della pasta, ma e’ a questo punto che sono arrivati i primi problemi: l’unica pentola grande l’avevamo usata per il ragu’ cosi’ ci siamo ritrovate a cuocere gli Spaghetti in un pentolino minuscolo e nel giro di pochi minuti abbiamo cominciato a sentire puzza di bruciato: era finita l’acqua!! Non ci posso ancora credere: siamo riuscite a bruciare la pasta! xD Cosi’ l’abbiamo scolata in fretta, cercando di salvare il salvabile [e avendone fatta un kilo ce n’era parecchia ancora mangiabile] ma il peggio e’ stato che gli Spaghetti bruciati si erano attaccati al fondo della pentola e non si staccavano piu’, ovviamente abbiamo riso per ore. Nonostante tutto riusciamo a mangiare [e devo ammettere che era proprio buona] e dopo cena a Emma viene una brillante idea: facciamo la ZUMBA! Io non sapevo enanche cosa fosse, cosi’ ho accettato: poteva benissimo essere un gioco di societa’ o qualcosa di simile. Invece no! E una di quelle cose che ero convinta esistessero solo nei film [ma infondo sto cominciando a scoprire che un sacco di cose esistono sul serio, come gli Opossum xD], comunque avete presente quei programmi televisivi in cui ci sono uomini e donne palestrate che ti parlano e ti insegnano passi di danza? Questa e’ la Zumba. Ma quando l’ho scoperto non potevo piu’ tirarmi indietro, cosi’ mi sono ritrovata a ballare Salsa, Merenghe e Regeton davanti a un televisore. Con Joanna che ci faceva un servizio fotografico. E da li’ sono partite anche le foto, e abbiamo cominciato a provare vestiti e scarpe col tacco. E siamo andate avanti cosi’ per ore. Non abbiamo fatto niente di che ovvio, ma e’ stata una gran serata. Senza Dubbio.

Leave a comment »