Posts tagged usanze

Un Tipico Pomeriggio Neozelandese LOL

P R E S E N T E

Ok, io me lo ripeto e ripeto di nuovo che dovrei scrive tutti i giorni, ma poi ho talemente tante cosa da fare (soprattutto ora, che mancano poco piu’ di due settimane all’arrivo dei miei) che mi dimenitco, mi collego al computer, apro fb, rispondo alle notifiche e all’e-mail del giorno di Maeddy, parlo su skype se c’e` qualcuno dall’altra parte del mondo e poi spengo (anzi mi alzo e me ne vado, perche’ qui non sembra che si usi spegnere il computer quando hai finito). Fatto sta che il Presente di oggi e` riferito a Sabato (che ormai e’ quasi una settimana fa..ops! O come dicono qui woops!). E`stata una giornata tranquilla: sveglia tardi, come al solito, non prima delle 10.00, vengo al computer come di solito faccio la mattina, verso 12.00 faccio pranzo (qui non esiste il concetto di pranzo, hai fame prenditi qualcosa da mangiare .-.), torno in soggiorno e metto la TV si c4 (e si mi manchera’ quel canale!) e poi finalemente la mia giornata si anima: arriva Jim e mi fa (in inglese ovvio LOL): <<Ti va di venire fuori a piantare l’erba?>>. Eggia’, l’erba. Ma in fondo che altro potevo fare nella verde NuovaZelanda, se non piantare l’erba? Fatto sta che ho passato il pomeriggio fuori, scalza ovvio (dovrei scrivere un intervento solo su come si sono ridotte le mie gambe in questi 4 mesi. Non avevo cosi’ tanti lividi, graffi, tagli da quando passavo tutti i miei pomeriggi ai giardinetti all’eta’ di otto anni!) a imparare coma piantare l’erba. E` semplicissimo ovvio e tra 7-14 giorni (quindi a breve) vedremmo i risultati!! Non vedo l’ora, finalmente intorno alla casa non ci sara’ piu’ solo terra, ma quella bella erbetta verde (quella che avrebbe voluto mettere mamma a Bagnolo xD). Quindi ora aspetto che l’erba cresca anche se so che quando sara’ pronta sara’ l’ora di partire, e questa cosa non mi piace neanche per niente!!

P A S S A T O [5 Settembre]

Il settembre e` il “Father Day” in NuovaZelanda, fatto sta che e` stata una giornata perfetta, tutta all’insegna della famiglia! E` iniziato tutto alle otto di mattina, quando Sandra e` venuta a svegliarci tutti per fare la colazione insieme: Emma, Jo, Daniel, Kate, Lei ed Io, per festeggiare Jim. Cosi’ mi sono svegliata, messa la solita felpa che tengo in casa e sono andata in cucina dove c’era Sandra ai fornelli che preparava Uova&Bacon. Qua funziona cosi’ nessun pranzo per festeggiare ma una bella colazione a base di uova e bacon. Ovviamente il tutto e` stato affiancato da vari regali e dal classico Bigliettino D’Auguri (che in NuovaZelanda sembra piu’ importante del ragalo in se).

Alle 10.00, invece, arrivava all’aereoporto di hamilton la sorella di Sandra che abita a Nelson, cosi` mi ha chiesto se voelvo andare con lei a prenderla e ovviamente ho accettato. La sorella di Sandra, Glad, e’ simpaticissima e poi sembrava adormarmi!! E1 stata da noi una settimana e mi ha regalato degli adesi con scritto “I Love New Zealand” o cose simili per il mio album, poi una sera io ho fatto la Pizza per tutti e lei il giorno dopo per ringraziarmi per “the lovley meal” mi ha dato una cosa da appendere all’albero di Natale fatto da lei, nero e bianco (i colori degli All Blacks) cosi’ mi sarei ricordata di lei e della NuovaZelanda. Ma torniamo a noi e al nostro Father Day: io e Sandra andiamo a prendere Glad e fra una cosa e l’altra di fa l’ora di pranzo, cosi’ andiamo a Chartwell (Classico!) e io e Sandra prendiamo Hamburger e Patatine (Classico!) e poi andiamo a fare un giro per i 2$ Shops (Classico!). Pero’ boh, e’ stato stradivertente!! Sandra e Glad hanno comprato tanto di quel materiale per Craft che ci possono fare bigliettini per un decennio LOL. Io mi sono limitata ad un paio di cuffiette (perche` le mie grandi sono scomode da usare da straiati!) ovviamente pagate 2$. Dopo tutto il pomeriggio a fare shopping torniamo a casa per andare al ristorante! Non ci credevo: la priam volta che andiamo al ristorante da quando sono qui!! Ed ecco che ora arriva la desrizione di cos’e` il ristorante di Morrinsville:

  1. Orario di Chiusura–> 9.00. Cioe’ adesso mi spiegate come un ristorante possa chiudere alle nove!!??
  2. Arredamento Interno–> Peggio dello SquallidPub. Cioe’ significa tavoloni e panche in legno, un bancone e nient’altro.
  3. Menu`–> Non puoi scegliere. Ogni giorno ti propinano quello che vogliono loro per la modica cifra di 45$.
  4. Sandra e Jim sono disperati per il prezzo e decidono di ordinare solo tre menu’ (noi eravamo 8!)
  5. Ci portano questi tre piatti di carne e patate che mettono in mezzo e non dei piatti per noi!!! In poche parole ci ritroviamo a servirci ognuno con la sua forchetta dai piatti a centro tavola.
  6. Diciamo che ero solo un pochino sbalordita ma vabbe’…anche sta serata e` andata.

PS: I discorsi della famiglia Sturkenboom sono un po’ come quelli di quando noi incontriamo Zio Mammo & Zia Cri e chi poteva intendere ha inteso.

Annunci

Leave a comment »

Xtmas is coming!

P R E S E N T E

Lo so, cio’ che sto per dire e` frivolo ed insensato, ma e` cosi`: vedere gli alberi, gli addobbi, i dolci per Natale proprio di fianco alla sventita di costumi e tavole da surf mi sconbussola. *Vi avevo avvertito che era un’informazione inutile! * Comunque oggi sono andata a farmi un giro alla Warehouse (avevo bisogno di una Top Up, la seconda da quando sono arrivata!) e mi sono ritrovata proprio nel reparto Nuovi Arrivi ed e’ cosi’ che su uno scaffale c’erano gli addobbi di Natale (anche i Kiwi, come noi, si preparano in grand anticipo) e sull’altro i cosumi. Non c’e’ niente di sbagliato in tutto questo, ma devo ammeterlo, e’ strano. Natale per me vuol dire: freddo, neve e settimana bianca non sole, spiaggia e surf. Oppure vuol dire cioccolata calda con la coperta di pile sul divano, altro che gelato in maglietta e pantaloncini. Tutto questo e’ soltanto un modo diverso per affronare le cose, ma a volte ci sono cose che preferiresti non cambiare: e’ il mio Natale e’ qualcosa che non cambierei.

P A S S A T O [05 Settembre]

Il cinque settembre e’ uscito nelle sale neozelandesi Tomorrow when the war began. Molti di voi non sapranno neanche di che si tratti e effettivamente non lo sapevo neanch’io prima che la mia hostsister mi chiedesse se avevo voglia di andarlo a vedere con lei e Steff (Migliore amica della hostsister, tanto per intenderci). Cosi’ ho scoperto che questo film (da me sconsociuto) e’ tratto da un omonimo romanzo di John Marsden, anzi da una collana di romani (per la precisione 7)  che hanno spopolato in quest’emisfermo (principalmente in Australia, dove la storia e’ ambientata) quasi piu’ di Harry Potter. La storia e’ semplice: un gruppo di ragazzi parte per un campeggio di tre giorni nell’entroterra australiano, isolati da tutto e da tutti, quando tornano alla realta’ l’Australia e’ stata invasa ed e’ scoppiata la guerra. Fatto sta che loro sono gli unici a non essere stati catturati (o qualcosa di simile) e decidono di combattere a loro volta. La scena finale del film rappresenta proprio loro, nei vestiti da “combattimento” in cima a una montagna che guarda con aria del tipo: “Ve la faremo pagare” la loro citta’ invasa dai nemici. Il problema e’ che ora voglio vedere gli altri, e da noi non sembra  stia uscendo neanche il primo (correggetemi se sbaglio) quindi come faccio?!

 

PS: Pare che anche i blog emettano CO2 (non chietemi come), e così e` stato iniziato un progetto chiamto “Make it Green” (click qui per vedere il loro sito) si tratta di un’idea  semplice: viene piantato un albero  per ogni blog che uno segnala (Sinceramente non so se  la cosa funzioni, però tentare non costa nulla).

Comments (2) »